COVID-19

In questa sezione specifica denominata “COVID-19” trovate tutte le informazioni, le disposizioni e le misure di sicurezza imposte per la ripresa delle attività disposte dagli organi ufficiali.

 Versione PDF

COVID-19: piano di protezione quadro per le manifestazioni pubbliche IHC Capolago Flyers

Versione del 17 agosto 2020, valida dal 22 agosto 2020

INTRODUZIONE

Il seguente piano di protezione descrive le disposizioni che le strutture devono adempiere nel quadro dei propri doveri di protezione generale della salute nei confronti dei loro lavoratori e per la protezione della popolazione secondo l’ordinanza 2 COVID-19. Le prescrizioni si rivolgono agli organizzatori di manifestazioni e servono a stabilire misure di protezione interne alla società da attuare con la collaborazione dei collaboratori.

SCOPO DI QUESTE MISURE

Lo scopo delle misure è di proteggere dal contagio da nuovo coronavirus, da un lato, i collaboratori e le persone che svolgono attività nella società, dall’altro la popolazione in generale che partecipa alla manifestazione. Inoltre si tratta di proteggere nel miglior modo possibile le persone particolarmente a rischio, sia tra i collaboratori sia tra i partecipanti.

BASI LEGALI

Ordinanza 2 COVID-19 (RS 818.101.24), legge sul lavoro (RS 822.11) e relative ordinanze.

PRESENTAZIONE EVENTO:

Il campionato Svizzero di Inline Hockey inizia la stagione sabato 15 agosto 2020. Come IHC Capolago Flyers abbiamo iscritto le seguenti categorie: Mini, Novizi, Juniori, 2° Lega Attivi, Seniori.

Misure di protezione individuale

Tutto il personale avrà a disposizione guanti e mascherine con utilizzo facoltativo. Ogni postazione di lavoro sarà dotata di disinfettante per le mani, da utilizzare regolarmente.
I lavoratori verranno formati dal responsabile sulle misure di protezione.

PIANO DI PROTEZIONE CONTRO IL COVID 19 PER GLI EVENTI: CONDIZIONI QUADRO E CONTENUTI

Versione del 17 agosto 2020, valida dal 22 agosto 2020

1. TENERSI A DISTANZA

I collaboratori e le altre persone si tengono a 1.5 m di distanza reciproca.

Stabilire zone di transito e di soggiorno
Si tratta di percorsi di transito a senso unico.

  • evitare il contatto corporeo non necessario (p. es. le strette di mano);
  • se il contatto ravvicinato per motivi di lavoro è maggiore di 15 minuti i collaboratori devono in-dossare una mascherina chirurgica.

2. IGIENE DELLE MANI

Tutti i collaboratori si dovranno lavare e disinfettare regolarmente le mani.

  • tutte le persone dell’organizzazione, devono lavarsi regolarmente le mani con acqua e sapo-ne, in particolare prima dell’entrata in servizio, prima e dopo ogni servizio, prima e dopo le pause. Nelle postazioni di lavoro dove ciò non è possibile le mani devono essere disinfettate, il materiale verrà fornito dalla società;
  • allestimento di postazioni per l’igiene delle mani: all’entrata del perimetro i partecipanti si do-vranno disinfettare le mani con un apposito disinfettante. Postazioni di disinfettante saranno posizionate anche nei servizi igienici e negli spogliatoi.

3. Pulizia

Pulizia regolare secondo necessità di superfici e oggetti dopo l’uso.

  • pulire regolarmente con un detergente disinfettante per le superfici come tavoli e panchine quando vengono liberati.
  • All’interno dei servizi igienici ogni partecipante avrà la possibilità di sanificare prima dell’utilizzo.

4. PERSONE PARTICOLARMENTE A RISCHIO

Le persone particolarmente a rischio non verranno impiegate nel personale.

5. PERSONE CHE PRESENTANO SINTOMI COVID-19 ALL’EVENTO

Verranno mandate a casa le persone con sintomi, verrà fornita loro una mascherina igienica e infor-mate che devono seguire le istruzioni dell’UFSP sull’isolamento (cfr. www.bag.admin.ch/isolamento-e-quarantena).

  • Verrà misurata la temperatura corporea all’ingresso del perimetro

6. INFORMAZIONE

Verranno posati al cancello d’entrata, in vari punti nel capannone, negli spogliatoi e nei servizi igienici i manifesti del UFSP (così ci proteggiamo).

  • Tutti i partecipanti verranno informati all’ingresso sulla lista nominativi per il tracciamento

7. GESTIONE

Attuazione delle disposizioni a livello di gestione per applicare e aggiornare le misure di protezione in modo efficiente.

  • Istruzioni di tutti i collaboratori sulle misure di igiene, l’uso delle mascherine (mascherine chirurgiche) protettive e l’interazione sicura con gli altri partecipanti;
  • rifornire regolarmente i distributori di sapone e di asciugamani monouso e tenere scorte sufficienti;
  • controllare regolarmente e ripristinare le scorte di disinfettante (per le mani), nonché di detergenti (per oggetti e/o superfici);
  • controllare regolarmente e ripristinare le scorte di mascherine (mascherine chirurgiche) igieniche;

8. CONTACT TRACING

L’accesso sarà consentito ad un massimo di 300 ospiti fino alle ore 18.00, dalle 18.00 in avanti sono consentite 100 ospiti. Ad ogni partecipante verrà misurata la temperatura corporea. Ogni persona (ospiti e personale) verrà registrata su una lista di contatto che riporta i seguenti dati: cognome, nome (con controllo della carta d’identità), domicilio, numero di telefono. I dati di contatto rilevati non posso-no essere trattati per nessun altro scopo e devono essere conservati fino a 14 giorni dopo la parteci-pazione a una manifestazione.

9. BUVETTE

Per quanto concerne la Buvette, valgono le normative di Gastrosuisse e GastroTicino. Dalle 18 in avanti avendo la consumazione in piedi sono ammesse solamente 100 persone.

10. RESPONSABILE

Il responsabile per l’attuazione del piano e la formazione è:

Mattia Pedetti
Via al Ponte 23
6900 Massagno
0765174883

Il signor Pedetti è attualmente responsabile per l’applicazione delle direttive COVID-19 presso la sede di Castione della ditta Officine Ghidoni SA.

 

 

 


COVID-19: piano di protezione quadro per allenamenti e partite amichevoli IHC Capolago Flyers

Versione del 4 giugno 2020, valida dal 6 giugno 2020

Nuove condizioni quadro

A partire dal 6 giugno 2020, in tutti gli sport è nuovamente consentito allenarsi, a condizione di rispettare i concetti di protezione di ogni società. Per le attività sportive che prevedono un contatto fisico stretto e costante, l’allenamento deve essere organizzato in modo che si svolga esclusivamente in gruppi fissi e con una lista di presenze. Si parla di contatto stretto quando le persone rimangono a lungo (più di 15 minuti) o ripetutamente a meno di due metri di distanza l’una dall’altra, senza misure di protezione.

Durante gli allenamenti e le partite amichevoli valgono i seguenti punti:

  1. Nessun sintomo all’allenamento
    Le persone che presentano sintomi di malattia NON sono autorizzate a partecipare agli allenamenti e alle partite amichevoli. Devono restare a casa, eventualmente isolarsi, e contattare il proprio medico.

    • Ogni allenatore misurerà la febbre a tutti i giocatori prima di entrare in spogliatoio
  2. Mantenere le distanze
    Durante il tragitto di andata, all’arrivo all’impianto sportivo, negli spogliatoi, durante le discussioni, sotto la doccia, dopo l’allenamento e durante il viaggio di ritorno in situazioni di questo genere, mantenete la distanza dalle altre persone ed evitate di stringere le mani o di “battere il cinque”. In tutti gli sport, il contatto fisico è consentito solo durante l’allenamento vero e proprio. L’allenamento deve prevedere una superficie di almeno 10 metri quadri per persona. Lavarsi le mani è fondamentale per l’igiene. È quindi importante lavarsi le mani con il sapone, prima e dopo l’allenamento e le partite amichevoli, per proteggere sé stessi e chi ci circonda.

    • Ogni giocatore avrà a disposizione un posto a sedere per cambiarsi, dovrà così mantenere la distanza di 2 metri dall’altro giocatore. Per garantire questo sono ammessi al massimo 17 giocatori nello spogliatoio.
    • Nelle docce sono ammessi 4 giocatori per lato alla volta, con docce alternate (una si, uno no).
    • In entrata spogliatoio, in entrata doccia sarà posizionato un dispenser disinfettante.
    • Al termine dell’allenamento i posti a sedere, le docce e i servizi igienici verranno
      sanificati.
  3. Lista delle presenze
    Su richiesta, i contatti stretti devono essere notificati alle autorità sanitarie per un periodo di 14 giorni. Per semplificare il tracciamento delle persone, la società redige una lista delle presenze per ogni allenamento e per ogni partita amichevole. La persona responsabile dell’allenamento deve tenere una lista completa e accurata, che consegnerà al responsabile del piano coronavirus della società.
  4. Persona responsabile per la società
    Ogni organizzazione, che prevede di riprendere gli allenamenti o le partite amichevoli, deve nominare un(a) responsabile del piano coronavirus. Questa persona ha l’incarico di far rispettare le regole. Nella nostra società si tratta del Presidente Mattia Pedetti se avete domande, siete pregati di contattarlo(a) direttamente (info@capolagoflyers.ch).

 

Documentazione

 Nuove direttive quadro per lo sport – Swiss Olympics – Ufficio Federale dello sport UFSPO e Ufficio Federale della sanità pubblica UFSP

 FSIH – Concetto di protezione per allenamenti e partite amichevoli dal 6 giugno

 

Valgono inoltre le fondamentali regole: