vs

COB Unicorns Cadro vs Capolago Flyers 1A

vs

COB Unicorns Cadro vs Capolago Flyers 1B

Nella 13° giornata di Campionato i Flyers 1B hanno ottenuto l’ennesima vittoria schiacciando per 22-7 il Cadro, che con questa sconfitta dovrà verosimilmente dire addio alla possibilità di giocarsi i Playoff.

logopdfFoglio partita

vs

COB Unicorns Cadro vs Capolago Flyers 1B

Ennesima vittoria per la nostra squadra di punta che ha superato con un roboante 4-12 il Cadro.

iconapdf Foglio partita

 

 

vs

COB Unicorns Cadro vs IHC Capolago Flyers 1B

CADRO – La prima uscita ufficiale della formazione 1B è coincisa anche con il primo successo, in una partita a dire il vero bruttina ma che ha saputo sicuramente dare molte indicazioni agli allenatori delle due formazioni.

Sorrisi per la vittoria (immagine d'archivio)
Sorrisi per la vittoria (Pascal Valli – immagine d’archivio)

I padroni di casa del Cadro, anch’essi alla prima uscita ufficiale stagionale, sono partiti subito con il piede sull’acceleratore trovando rapidamente la rete del vantaggio. I Flyers dal canto loro sono sembrati “imballati” subendo la verve degli unicorni. La rete al 5’05” di Mantegazzi (in pista con la “C” sul petto), abile a trovare il pertugio giusto per battere Rickenbacher, ha aperto le danze di un botta e risposta tra Unicorns e Flyers fino al 3-3 del 16’31” firmato Perni. Nei minuti finali del primo tempo i Flyers hanno saputo approfittare di un leggero calo dei padroni di casa per allungare con Dolci ed ancora Perni. Un piccolo vantaggio che i Flyers hanno saputo portare fino al 60′ approfittando anche della serata storta di Rickenbacher (emblematico il rocambolesco autogol subito a metà partita, con gol assegnato a Cavadini, uscito in seguito per infortunio alla mano).

Nel secondo e terzo tempo la partita è stata spezzettata dalle molte penalità (6×2′ e 1×10′ per il Cadro, e 7×2′ e 1×10′ per il Capolago), ma se vogliamo guardare il lato positivo le due formazioni hanno avuto la possibilità di testare la propria efficacia sia un power-play che box-play.

La vittoria, seppur importante, non può nascondere una prestazione così così di una squadra che ha le qualità ma deve ancora trovare la cosiddetta “quadratura del cerchio” nel proprio gioco. Nell’arco dei 60′ i Flyers hanno subito il maggior pattinaggio dell’avversario, ma hanno saputo grazie alla qualità e al cinismo dei singoli girare a proprio favore il risultato.

FATTORE DECISIVO: Nel finale di partita con la sua squadra in difficoltà Destefani ha chiuso la saracinesca, bloccando oltre i tiri anche le speranze di rimonta degli Unicorns.

vs